navigazione Tag

cosa nostra

Palermo, sit-in davanti la sede della Rai: “Paghiamo il canone e non il pizzo”

Palermo. Si è tenuto davanti la sede ‪‎Rai‬ di ‪Palermo‬ un sit-in organizzato da Scorta Civica per chiedere le dimissioni di ‪‎Vespa‬. “La Rai è nostra, non di Cosa Nostra”, questo lo slogan degli intervenuti alla manifestazione che si oppongono alla pubblicizzazione del libro di ‪‎Riina‬ nel programma Porta a Porta. Abbiamo intervistato i partecipanti […]

Cosa Nostra, “u prufissuri” è più povero

Confisca da 3 milioni di euro per Filippo Coppola, imprenditore e insegnante, fidato boss di Cosa nostra col “pallino” dei meloni Quando finì di scontare una condanna per mafia si ripresentò puntualmente a scuola per tornare a insegnare lettere e filosofia, e un istituto privato lo accolse dandogli l’incarico di preside. Non aveva e non […]

Palermo, operazione “Brasca-Quattro.zero”: arrestato l’ultimo ricercato

Questa mattina i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Monreale, hanno individuato e tratto in arresto Saverio Zinna, palermitano di 42 anni, indagato per ricettazione e riciclaggio nell’ambito dell’operazione “Brasca-quattro.zero”. L’uomo era l’ultimo destinatario dell’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Palermo su richiesta della locale Procura Distrettuale, a mancare all’appello. […]

Cosa Nostra si riorganizza in stile “Old School”

L’operazione “Brasca – Quattro.Zero”, condotta dai carabinieri del Ros e dal Gruppo di Monreale, ha portato all’arresto di 62 esponenti di due noti mandamenti palermitani: Villagrazia e San Giuseppe Jato. Grazie ad un’intensa rete di intercettazioni si è pervenuti alla nuova struttura di questi due clan e al metodo con cui Cosa Nostra prepara la […]

Palermo, blitz dei carabinieri. Sotto assedio le cosche mafiose, 62 ordinanze

Associazione mafiosa, delitti di estorsione, danneggiamento, ricettazione, favoreggiamento e reati in materia di armi. Il tutto, aggravato dal metodo mafioso. Centinaia di carabinieri hanno arrestato 62 persone facendo finire in carcere e ai domiciliari un gruppo ben organizzato e capace di tenere sotto controllo due grosse porzioni di territorio: quella di Villagrazia-Santa Maria di Gesù, […]

Le regole di Cosa Nostra: niente giustizia dello Stato o parentele con “sbirri”

La presentazione rituale, il divieto di ricorrere alla giustizia dello Stato, ma anche l’obbligo di protezione dei ricercati. Le regole di cosa nostra sono rigide, rigidissime. Soprattutto se i nuovi picciotti si trovano al cospetto di boss che hanno fatto il maxi-processo. L’operazione “Brasca quattro.zero”, che ha portato a 62 misure cautelari, racconta tutto questo. […]

Cosa Nostra: ora Liga non canta più

Nella scorsa giornata è stato arrestato il latitante Paolo Liga, 49 anni e considerato fulcro fondamentale delle relazioni tra il mandamento di Bagheria e i boss trapanesi. Fuggitivo dal 2 novembre 2015, è il nipote del celebre Pino Scaduto. Ripercorriamo la sua storia e il binomio Bagheria-Trapani. Sì, per fortuna il Liga che ha accompagnato […]

Intervista esclusiva al famoso mafioso

“Ancora senza esito le indagini del Nucleo Investigativo di Cosa Nostra per dare un volto al misterioso Imprenditore Onesto, l’unico in tutta Catania che non è mafioso, non è amico di mafiosi e con la mafia non ha mai avuto a che fare nemmeno di striscio. L’esistenza dell’uomo è stata rivelata da un politico pentito, […]

Le guerre di Napoli: i clan, le mattanze e il silenzio

“Dopo Genny par chiu tranquill”. Questa è solo una delle frasi che si sono sentite ripetere dopo l’omicidio camorristico di Gennaro Cesarano, il giovane 17enne del rione Sanità ucciso il 6 settembre 2015. Il problema vero è che a Napoli, dopo quell’omicidio, la situazione è precipitata. In questo periodo Napoli è stata continuamente scenario di […]

La storia di Angelo Siino, “ministro degli appalti della mafia stragista” di Riina

Meno di un anno fa, nel febbraio del 2015, la Direzione Nazionale Antimafia sostenne addirittura che ci sarebbe “una strategia di Cosa Nostra per colpire Confindustria Sicilia”. Cioè Antonello Montante della Confindustria di Caltanissetta (indagato per concorso esterno in associazione mafiosa) e Alfonso Cicero, presidente dell’Irsap cioè dell’Istituto Regionale per lo sviluppo delle Attività Produttive. […]