Lidia

0

Di Lidia Menapace, coraggiosissima e buona in mezzo a una pestilenza di vigliaccheria e di ferocia, non sono degno di dire neanche una parola. La ricordo umilmente come una mia maestra, che da ragazzo mi reclutò fra i comunisti umani del “Manifesto”. Sulla bilancia della storia la sua gioventù e leggerezza compensa la pesantezza di un popolo invecchiato, imbolsito, pauroso del futuro e inabile alla memoria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Hide picture